Recovery Toolbox for DWG - Guida in linea

Recovery Toolbox for DWG ( Scarica) è caratterizzato da un'interfaccia estremamente semplice e diretta che elimina ogni possibilità di errore. Il software non richiede abilità speciali o precedenti esperienze in fatto di ripristino per portare a termine con successo il recupero dei dati da un file DWG di AutoCAD danneggiato. Tutto quello che dovete fare, è seguire le istruzioni su schermo e selezionare i passaggi necessari.

Anche se il programma è notevolmente semplice, abbiamo deciso di creare questo manuale d'uso per aiutarvi a sfruttarlo più efficacemente. Vi preghiamo di leggerlo con attenzione prima di contattare il supporto tecnico, la risposta alla vostra domanda potrebbe già essere in questo documento. In ogni modo, nel caso in cui ci fossero dei problemi con il programma, non esitate a contattarci, saremo lieti di darvi assistenza.

Se il file DWG da recuperare è stato gravemente danneggiato e Recovery Toolbox for DWG non riuscisse a recuperare i dati in modalità automatica, ci sarà sempre la possibilità di usare il commando Send source file (Invia file di origine) nel menù principale, in modo da inviarcelo via e-mail. Dopo aver ricevuto il file, analizzeremo la struttura tentando un ripristino manuale usando i nostri strumenti interni e la nostra esperienza nel recupero dei dati. Approfitteremo di quest'opportunità anche per migliorare gli algoritmi di ripristino usati da Recovery Toolbox for DWG.

Da notare che non avrete bisogno di avere AutoCAD istallato nel vostro computer per analizzare file danneggiati e vedere i loro contenuti in anteprima, in questo modo potrete fare quest'operazione da qualsiasi computer. Avrete bisogno di AutoCAD solo per l'operazione di esportazione finale.

Ripristino del file DWG

Passaggio 1. Selezione di un file DWG danneggiato

La prima fase del processo di ripristino vi permette di selezionare un file DWG danneggiato dal quale volete recuperare i dati. Questo può essere fatto in diversi modi. Per selezionare un file danneggiato, digitare il nome e il percorso del file nel campo d'inserimento posto al centro della finestra del programma, altrimenti usare la finestra di dialogo standard per l'apertura dei file di Windows. Potete anche selezionare uno dei file usati in precedenza dall'elenco a cascata che può essere aperto facendo click sul piccolo pulsante con la freccia rivolta verso il basso, alla destra del campo d'inserimento. Una volta immesso il nome del file, potete procedere alla fase successiva facendo click sul pulsante Analyze (Analizza) nella parte bassa della finestra.

Potete ridurre considerevolmente i tempi della fase di analisi specificando manualmente la versione del file con la quale il programma lavorerà. Questo può essere fatto selezionando l'opzione corrispondente nel menù Dwg Version (Versione dwg). Le seguenti opzioni sono disponibili nell'attuale versione di Recovery Toolbox for DWG:

  • R2000 - usato in AutoCAD 2000, AutoCAD 2000i, AutoCAD 2002
  • R2004 - usato in AutoCAD 2004, AutoCAD 2005, AutoCAD 2006
  • R2007 - usato in AutoCAD 2007, AutoCAD 2008, AutoCAD 2009
  • R2010 - usato in AutoCAD 2010, AutoCAD 2011

L'impostazione predefinita del programma è l'opzione Auto Detect (Rileva automaticamente).

Passaggio 2. Analisi del file

In questa fase, il programma analizza la struttura del file danneggiato e tenta di identificare gli elementi recuperabili al suo interno. Da notare che il processo potrebbe impiegare diverso tempo in base alle dimensioni del file in analisi e alla velocità del vostro processore.

A questo punto nessuna delle voci del menu è attiva, le uniche azioni possibili sono l'interruzione del processo e conseguente ritorno alla Fase 1 Cancel (Annulla), oppure l'uscita diretta dal programma facendo click su Exit (Esci).

Poiché l'analisi potrebbe impiegare molto tempo, potete minimizzare la finestra del programma per concentrarvi su altre attività. Quando il processo sarà terminato, il programma riporterà in primo piano la finestra di dialogo.

Passaggio 3. Panoramica dei dati recuperati

Una volta completata l'analisi, vedrete il contenuto del vostro file DWG nella finestra del programma. Recovery Toolbox for DWG vi permette di spostare e ruotare il disegno, ma anche di ingrandirlo tramite il mouse o la tastiera.

Qui di seguito trovate i comandi e la combinazione dei tasti per manipolare il disegno:

  • Tenere premuto il tasto sinistro del mouse per muovere, ruotare e ingrandire in base alla modalità selezionata.
  • Il tasto destro del mouse aprirà un menu a comparsa che vi permette di scegliere una delle tre modalità disponibili: Move (Sposta), Rotate (Ruota) e Zoom (Ingrandisci)
  • Tasto più (+) e meno (-) sono i tasti rapidi per ingrandire e rimpicciolire.
  • Anche la rotella del mouse può essere usata per controllare la funzione d'ingrandimento.

Il menu View (Visualizzazione) contiene due opzioni addizionali:

  • Reset view - per reimpostare le impostazioni originali di visualizzazione
  • Lineweights - abilita/disabilità la visualizzazione dei valori dello spessore linea

Per procedere alla fase successiva del processo di ripristino, fare click su Start recovery (Avvia ripristino).

Passaggio 4. Selezione della versione di AutoCAD da usare per l'apertura del file ripristinato

Recovery Toolbox for DWG non salva i file DWG recuperati, ma li importa in AutoCAD. Ciò significa che dovete avere AutoCAD istallato nel vostro computer quando si procede con il recupero. Se non avete versioni di AutoCAD istallate, sarete notificati da un avviso.

Se invece avete diverse versioni di AutoCAD istallate, il programma vi chiederà di scegliere quella cui inviare i dati ripristinati.

Non sarete obbligati a selezionare la stessa versione del file AutoCAD del vostro file di origine, comunque, esportando una versione recente del file DWG in una più vecchia, si potrebbe incorrere nella perdita di alcune proprietà e attributi. Ad esempio, non sarete in grado di esportare valori 32bit true color creati in AutoCAD 2004 verso AutoCAD 2000, il valore originale andrà perso e sarà rimpiazzato con quello più vicino.

Dopo che avrete selezionato la versione di AutoCAD necessaria e avrete fatto click sul pulsante Next (Avanti), il programma tenterà di lanciare AutoCAD e di esportare i dati. Se per qualche motivo questo tentativo fallisse, sarete notificati da un avviso e vi sarà chiesto di selezionare un'altra versione.

Se avete una sola istallazione di AutoCAD, il programma vi chiederà di controllarne l'integrità.

Passaggio 5. Esportazione dei dati DWG recuperati

Se il software è riuscito ad avviare AutoCAD e a connettersi a esso, inizierà immediatamente a esportare i dati recuperati. La finestra di AutoCAD sarà visualizzata sul desktop. E' fortemente consigliato di NON CHIUDERE, MINIMIZZARE, INGRANDIRE O DI INTERAGIRE IN QUALSIASI MODO CON AUTOCAD durante questo processo poiché si potrebbe interrompere l' esportazione. Vedrete degli oggetti apparire nella finestra di AutoCAD e potrete controllare l'avanzamento complessivo del processo tramite l'indicatore di stato di Recovery Toolbox for DWG.

Passaggio 6. File di registro

Nella fase finale del processo, il programma mostrerà un file di registro contenente statistiche dettagliate sulle operazioni effettuate e sugli oggetti ripristinati insieme a tutti gli errori che possono essersi verificati.

A questo punto potrete scegliere se chiudere il programma facendo click su Finish (Fine), oppure tornare indietro per selezionare un altro file usando il pulsante Back (Indietro) nella parte bassa della finestra del programma.

Possibili errori d'inizializzazione

Il programma inizializza il suo motore grafico prima di iniziare l'analisi della struttura del file. Se l'inizializzazione del sottosistema grafico fallisse, sarete notificati con un avviso. In questo caso vi consigliamo di aggiornare immediatamente i driver della vostra scheda grafica.

Un altro errore potrebbe verificarsi quando l'utente prova a inviare agli sviluppatori un file DWG danneggiato.

Se vedete questo errore, controllate di avere istallato un client di posta elettronica, se il client è già presente nel vostro sistema, assicuratevi di aver configurato il vostro account e-mail.